Milanesi in Piazza Buonarroti

Milanesi in piazza

I milanesi in Piazza Buonarroti contro i lavori milionari mai finiti da Sala

La Lista Civica MuoverMi ha organizzato per il giorno venerdì 7 febbraio alle ore 17:00 un ritrovo sul territorio in Piazza Buonarroti a Milano per evidenziare il completo disinteresse dell’Amministrazione Comunale verso tutti i residenti della zona e verso chiunque abbia necessità di attraversare o raggiungere questo importante nodo cittadino.
Da Aprile dell’anno scorso è stato infatti aperto un cantiere (mai discusso con i residenti ed i Municipi 8 e 7), dallo spropositato costo di 5,2 milioni di Euro e finalizzato a modificare la viabilità della zona Monterosa-Buonarroti.

Ancora una volta la creazione di una nuova pista ciclabile viene utilizzata come pretesto per restringere le carreggiate ed eliminare posti di parcheggio, già insufficienti a Milano. Ciò nonostante le preesistenti ciclabili in Monterosa programmate dalla Giunta Pisapia e pagate da tutti, non siano mai state usate se non da sporadici ciclisti.
Ancora più grave, dopo alcune settimane di lavoro il cantiere è stato completamente abbandonato ormai da molti mesi (da Giugno 2019). Materiali edili, reti, griglie e tubi impediscono la normale circolazione e creano situazioni di pericolo. Come conseguenza di tutto questo, Via Giotto e le vie che si affacciano a Piazza Buonarroti sono ogni giorno intasate dal traffico.

MuoverMi con striscioni, manifesti e volantini festeggerà i nove mesi dall’inizio dei “lavori mai finiti”, sottolineando i numerosi disagi per i cittadini, l’approssimazione ed il pericoli causati dall’incompetenza mascherata da una falsa ecologia della “squadra” Sala-Granelli.
Seguiranno a breve altre manifestazioni di MuoverMi finalizzate ad evidenziare tutti i disservizi, gli sprechi e le assurdità di questa amministrazione.

La Lista Civica MuoverMi si propone di rappresentare alle elezioni comunali del 2021 istanze da troppo tempo disattese, in particolare dalle due ultime amministrazioni comunali di Pisapia e Sala, ponendo l’accento, in particolare, sulla difesa della mobilità privata, intesa come libertà, necessità e fattore di crescita economica.
Compito dell’istituzione comunale dev’essere quello di offrire una cornice ottimale affinché i cittadini possano svolgere la loro attività con le minime interferenze ed ostacoli possibili, al fine di permettere loro di creare, col loro lavoro, ricchezza per se, per la propria famiglia e per la collettività, contribuendo così al benessere di tutti.

Un commento

  1. Pingback:Milano riparte dalle ciclabili? No grazie | muoverMi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *