Piazza Sicilia diventa “Piazza Tattica”

Incontro Piazza Sicilia

Giovedì 20 Febbraio ore 20.45, presso la biblioteca pubblica di via Sacco 14 è stato annunciato che Piazza Sicilia diventa l’ennesima “piazza tattica”.

La reazione dei cittadini alla presentazione dell’associazione autrice del progetto è stata veemente con accuse di mancanza di informazione e soprattutto di condivisione del progetto prima che diventi esecutivo. Ufficialmente non lo è, ma di fatto l’esperienza di altri incontri simili ha rivelato che la presentazione non è altro che l’esposizione di quanto è già stato deciso che si farà.

Numerosi cittadini si sono rivelati contrari al progetto di urbanistica tattica che vedrebbe stravolta la viabilità di piazza Sicilia e la chiusura della adiacente Via Sacco, oltre alla soppressione di numerosi parcheggi (pare ben trentaquattro!)
Le critiche anche urlate sono state parecchie e sono indirizzate ai temi della viabilità, sicurezza e parcheggi che quotidianamente la giunta Sala stravolge in nome di una ideologia presunta “green” che di fatto complica la vita dei residenti. Un regresso non tollerabile per le comunità locali che hanno ben dimostrato di non gradire questi stravolgimenti del quartiere che oggettivamente non portano alcun beneficio ai cittadini, ma solo alle tasche delle aziende che si occupano della realizzazione finale del progetto. Un tentativo mal digerito di “rieducazione” verso un modello sociale che non appartiene a Milano e ai milanesi, che tutt’oggi considerano la mobilità – e di conseguenza la necessità di parcheggiare – come un punto non barattabile in nome di utopie che concretamente non portano benessere, ma soltanto disagi e complicazioni..

Qui sotto potete vedere uno stralcio dell’incontro del 20 febbraio in cui i residenti battibeccano vigorosamente con gli straniti e supponenti operatori che hanno presentato il “progetto”, che di fatto è esecutivo in barba alla partecipazione tanto sbandierata della giunta. Deroghe e modifiche a quanto pare non sono ammesse, è già tutto deciso. Probabilmente nei piani bassi della complessa macchina comunale, perché se fossero almeno “medi” avrebbero tenuto conto delle necessità e dei desiderata dei residenti. Piazza Sicilia diventa Piazza Tattica.
Per fortuna i cittadini milanesi non si rassegnano e protestano, ma possiamo scommettere una pizza che queste proteste cadranno nel vuoto e la piazza tattica si farà in barba ai pareri contrari e alle necessità di mobilità e parcheggi dei residenti.

Un commento

  1. Pingback:Sala: da "Milano non si ferma" a "Milano deve fermarsi" | muoverMi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *